Rai Italia

Il Po di Ferrara

  • Durata:00:50:43
  • Andato in onda:26/01/2017
  • Visualizzazioni:

In questa puntata, si parte da Stellata, in provincia di Ferrara, dove sorge una bellissima rocca del 1300, usata per controllare i ricchissimi commerci che avvenivano sul fiume, quando il Po era l’equivalente delle odierne autostrade per il trasporto di persone e merci, anche le più preziose, come ad esempio il sale. A Bondeno Daniele Biancardi, studioso locale, ci racconta di una mitica donna del fiume: soprannominata Nena. Traghettatrice e pescatrice, ha trascorso tutta la sua solitaria vita sulla riva del Po. E in suo ricordo oggi c’è un battello fluviale che porta il suo nome. È ancorato nella darsena della città di Ferrara; il capitano è un tedesco, Georg Sobbe, che vive in Italia da quasi trent’anni. Con il suo battello organizza escursioni sul fiume e lungo i canali navigabili. Seguendo quei canali arriviamo a Ostellato, dove un gruppo di persone appassionate di astronomia trascorrono le notti a scrutare il cielo stellato in un osservatorio che si sono auto costruiti in riva alle acque delle cosiddette valli. A Comacchio, assistiamo all’antica lavorazione delle anguille, nella Manifattura Marinati, godiamo della bellezza del borgo antico e dei suoi suggestivi canali scivolando sull’acqua a bordo delle antiche imbarcazioni locali che un gruppo di cittadini ha riattivato e messo a disposizione dei turisti, e concludiamo il viaggio nelle valli di Comacchio. È Carlo Farinelli, il capovalle a raccontarci le trasformazioni di questo meraviglioso ambiente, oggi però investito dai cambiamenti climatici. Emblema supremo ne è il fenicottero rosa, splendido uccello africano che negli ultimi anni si è stabilito e ha creato una colonia in continua crescita proprio qui, nel Delta del nostro più grande fiume.

Sito

Vuoi rivedere o riascoltare un altro programma?

Guarda altri contenuti di:


Navigazione alternativa dei video correlati